Sprout, la matita che si pianta

 

La matita Sprout una volta troppo corta per essere usata può essere riciclata in modo molto inusuale: piantandola.

Quanti dopo che una matita è diventata troppo corta la buttano semplicemente nel cestino? Come dare nuova vita ad un oggetto ormai inutilizzabile? Ci hanno pensato tre studenti del MIT con il progetto Sprout.

L’idea è molto semplice ma allo stesso molto innovativa: si è pensato di porre un seme in una capsula biodegradabile alla fine della matita, dove solitamente si trova la gomma, che una volta piantata e a contatto con l’acqua si dissolve permettendo al seme di crescere e diventare una vera e propria pianta.

Diverse sono le piante disponibili: erbe aromatiche, fiori e persino ortaggi. Ovviamente all’interno…
Leggi l’intero articolo su: http://cookiesalt.com/sprout-la-matita-che-si-pianta/



Altri post interessanti:

Booking.com INT

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *