Opportunità di carriera per i giovani: novità dal settore dell’ottica

 

Le statistiche parlano chiaro: 630mila under 25 italiani sono alla ricerca di un lavoro e non riescono a trovarlo, e oltre 4 milioni sono inattivi, cioè hanno smesso anche di spedire curriculum.

I lavori a bassa specializzazione sono quelli ad essere più penalizzati: l’introduzione di forme di lavoro flessibili ha reso possibile per gli imprenditori sostituire velocemente il lavoratore e incrementare il turnover.Eppure le opportunità di lavoro ci sono, il problema è, semmai, saperle cogliere e sfruttare. Uno studio della commissione Europea condotto per l’attuazione del quadro strategico ET2020 mostra che migliorando il proprio profilo professionale con la formazione si ottiene un significativo incremento delle possibilità di occupazione e prospettive retributive nettamente migliori.

Un esempio per tutti: nel settore dell’Ottica, il fatturato dell’intera filiera ha avuto un incremento sia nel 2015 che nel 2016 e, l’occupazione in questo settore, è cresciuta nel 2016 del 2,2% pari a 47.000 addetti di cui 17.500 nell’industria, 1.500 nei servizi ed ingrosso e 27.000 nei punti di vendita.Il mercato dei centri di ottica è dunque in espansione per la maggiore propensione della popolazione ai problemi della visione e alla prevenzione. Cresce la sensibilità verso una migliore qualità della vita unito ad un aumento dell’età media della popolazione e dell’aspettativa di vita.

Tuttavia, nei programmi di orientamento scolastico non si cita mai la professione dell’abilitato ottico (arte ausiliaria delle professioni sanitarie regolamentata dal 1928) che invece, a fronte di una richiesta annuale di 700 nuovi abilitati, è un titolo viene conseguito solo da 500/550 persone.Ci sono centri di formazione che con livelli qualitativi e numeri importanti tentano di colmare questo Gap: l’Istituto Zaccagnini di Bologna è frequentato ogni anno da 450 studenti provenienti da tutta Italia, ha abilitato complessivamente più di 3.400 ottici e detiene un quota di mercato nella formazione di settore superiore al 20% (vedete anche il canale YouTube dedicato).

L’abilitazione di Ottico soddisfa i requisiti previsti dalle direttive comunitarie e l’abilitazione apre svariate opportunità di lavoro in negozi specializzati indipendenti e delle catene della Distribuzione Ottica Moderna, oppure come tecnico specializzato nei laboratori e nell’industria delle lenti oftalmiche e a contatto, oppure ancora come imprenditore, titolare di negozi di ottica o professionista.

Per maggiori informazioni visitate il SITO

#istitutozaccagnini

Buzzoole

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *