GIADA F/W 2017

 

  Curvilineo come i tratti di Katrin Brenerman, sinuoso come le sculture di Charles Eames. Un inverno che miscela rigore e passioni artistiche, in una fluida geometria. Un minimalismo elaborato da Gabriele Colangelo, in una ricerca a tratti scultorea, altrimenti impalpabile, in cui si alternano forme, pesi e colori. I volumi sono sperimentali su maniche e spalle, che ricostruiscono la cultura dei kimono sui capi che sorprendono di schiena. Cuciture ri-doppiate con micro impunture, ricamano un’invisibile struttura attraverso la collezione di lusso sommesso, sapientemente sovrapposto. Una morbidezza riservata, da scoprire da vicino, come la femminilità. Indagando tra sovrapposizioni di rigore e cedevolezza, ipnotizzati dagli effetti dei plissé, trasformati in apparizioni….
Leggi l’intero articolo su: http://lagoblublog.blogspot.com/2017/02/giada-fw-2017.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *