Tavolino da salotto, da caffè o da tea?

 

È stato il re delle signore, nei loro incontri di chiacchiere e tazze di porcellana.

Il  porta pasticcini e vivande, per ospiti da conto.

L’orgogliosa piazzetta delle carte da gioco di uomini e donne; addirittura tavolino da fumo, colmo dei posacenere, che ancora facevano tendenza e non salute minata.

Su di lui sono stati creati e cuciti corredini interi e dedicati, servizi di posateria e porcellana: mia nonna, esibendomene alcuni, ben inamidati, riposti in carta velina, fragranti di effluvi di Lavanda, me li presentava in modo sommesso dicendo: “Questi, sono per il tavolino da tea. Le posate le riconosci: sono più piccole. E le tovagliette: guarda: sia rotonde che quadrate e le quadrate le userai…
Leggi l’intero articolo su: https://www.weandart.eu/2020/02/tavolino-da-salotto.html

Booking.com

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *